LE LEGGENDE DI ANDOR PDF

Anche in questo ho trovato una nota positiva: se non si riesce a superare una Leggenda, infatti, non si deve necessariamente iniziarla da capo, ma la carta finale della Leggenda ti dice in che modo re-iniziarla saltando dunque dei passaggi che potrebbero risultare ripetitivi , offrendo peraltro - in alcune occasioni - anche dei consigli su come affrontarla con successo! Ciascuna Leggenda ha il suo set di carte, che forniscono le regole per quella data Leggenda, e che narrano gli episodi che si succedono in quella data avventura. Si scoprono, si leggono, e si applicano gli effetti. Nella pratica ciascun eroe, nel proprio turno, ha solo due azioni possibili: muovere, o combattere. Ciascuna di esse comporta il dispendio di alcune ore del giorno: 1 ora per ciascun movimento effettuato, 1 ora per ciascun round speso nel combattimento. Per tali motivi si intuisce fin da subito quanto ogni scelta sia nevralgica: spendo ore per muovermi e per fare quella data cosa, oppure per combattere ed eliminare quel mostro?

Author:Vudocage JoJokasa
Country:Guinea
Language:English (Spanish)
Genre:Relationship
Published (Last):6 January 2019
Pages:377
PDF File Size:18.69 Mb
ePub File Size:13.61 Mb
ISBN:249-6-76001-644-3
Downloads:50206
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Kigalkree



Queste leggende sono fortemente integrate nella meccanica di gioco e quindi prevedono cambiamenti o aggiunte alle regole. Quindi, ho cercato in questa recensione di tralasciare, o accennare solo lievemente, a quegli aspetti che, a mio parere, non influiscono sulla possibile scelta di approcciarsi al titolo oppure no.

Ma come diceva il saggio, de gustibus non est disputandum. Si tratta di un gioco di esplorazioni a missioni, in cui avrete anche modo di implementare vostre avventure personalizzate di vostro pugno certo, se avete voglia di scriverle e anche di pubblicarle sul web.

Quando si inizia il gioco vengono scoperte le carte leggenda caratterizzate da una A sul dorso che illustrano la storia e spiegano cosa dovrete fare. Le aree del tabellone presentano delle sagome disegnate dove posizionare i vari tasselli e delle icone prestampate, questi elementi rappresentano gli incontri che potrete effettuare nel corso della leggenda.

Nel lato del tabellone che raffigura il regno di Andor sono disegnati degli scudi dorati che indicano il numero di creature che possono entrare nel castello prima di perdere la partita. Plancia ausiliaria Rettangolo in cartoncino bifacciale. Un lato rappresenta e descrive il procedimento per il combattimento contro i nemici, utile nelle prime partite.

Segnalini creature Raffigurano i nemici che dovrete affrontare nel corso delle leggende, o i personaggi che incontrerete. Le creature nemiche sono di 4 tipologie: Gor, Skrall, Troll e Wardrak. Tutte queste creature sono realizzate tramite una sagoma in cartoncino tenuta verticale da un supporto in plastica in tinta unita. I Gor, gli Skrall e i Troll hanno un supporto rosso, mentre i Wardrak hanno un supporto di colore nero.

Questi tre segnalini sono caratterizzati da un supporto di plastica grigio. Sono di 3 valori possibili: 1, 2 e 5. La dimensione del segnalino aumenta con il valore della moneta. Equipaggiamenti leggeri: sono tessere quadrate che rappresentano equipaggiamenti facili da trasportare e che possono essere trasportati dagli eroi in numero massimo di 3. Sono utilizzati nel primo step della prima avventura per implementare una specie di tutorial e spiegare le regole di gioco ai partecipanti in modo interattivo e veloce.

Sono dei cerchietti con una stella dorata su sfondo rosso. Segnalini contadino: devono essere scortati al castello per aumentare il numero di creature che vi possono entrare prima di perdere la partita.

Sono di forma ellittica e raffigurano contadini e contadine. Pergamene, detriti, gemme, veleno, tasselli creatura e il tassello N: tutti elementi in cartoncino di varia forma utilizzati durante le varie leggende. Carte evento e fato Carte in formato europeo standard e di buon spessore. Le carte si dividono in due tipologie: le carte fato, che sono degli obiettivi segreti per gli eroi, e le carte evento.

A sua volta le carte evento sono suddivise per il colore del dorso argento, oro e lago segreto a seconda di quali carte sono utilizzate nella leggenda. Tra le carte leggenda sono presenti anche carte speciali, da scoprire quando si verifica un determinato evento e che illustrano delle nuove regole del gioco da applicare fino alla fine della partita.

Dischi in legno 9 dischi di legno, 2 per ogni colore corrispondente ai giocatori verde, blu, viola e giallo e un disco rosso. Cubetti in legno 5 cubetti, uno per colore e in tinta unita. Ciascuno utilizzato per tenere traccia della forza degli eroi e della creatura avversaria. Dadi in legno 20 dadi D6, divisi in due categorie: 4 dadi neri grandi con dei numeri scritti in cifre in bianco su nero e 16 dadi piccoli a tinta unita.

Unica eccezione sono 3 dadi rossi utilizzati dalle creature con il supporto rosso. Le carte evento con il dorso dorato sono posizionate coperte nello spazio adiacente alla casella alba e le tessere nebbia sono mescolate coperte e piazzate negli appositi spazi del tabellone.

Stessa cosa viene fatta con i segnalini pozzo, ma questi sono piazzati dal lato attivo. Infine, le tessere equipaggiamento sono impilate negli appositi spazi della plancia ausiliaria e la pedina narratore viene posizionata nella casella A della traccia della leggenda. La seconda leggenda, per esempio, insegna ad utilizzare al meglio gli oggetti. Le regole sono quindi facilmente spiegabili in 10 minuti, ma anche meno. Raccogliere o lasciare oggetti e monete in una regione. Scambiare oggetti e monete con altri giocatori nella stessa regione.

Utilizzare oggetti. Acquistare da un mercante: dai mercati si possono acquistare equipaggiamenti e punti forza al costo di 2 monete. Il nano paga solo una moneta per acquistare punti forza, ma solo nella regione Gli unici equipaggiamenti acquistabili dai mercanti sono: scudo, falco, arco, otre, elmo e cannocchiale.

Altri equipaggiamenti speciali, come pozioni o rune, sono raccolti in altro modo. Il primo giocatore che decide di posizionare il disco eroe nella casella alba, lo posiziona nella casellina con il gallo. Le creature avversarie si muovono partendo da quella che si trova nella regione con il numero minore e seguendo le frecce poste sui confini delle aree. Se questo non avviene, o se entrano troppe creature avversarie nel castello … beh, diciamo che non verrete ricordati in modo positivo dai posteri quando narreranno la leggenda in questione.

Analogamente si fa la stessa cosa con il cubetto rosso che segna la forza del mostro. Nel caso il lancio dei dadi per il mostro presenti dei valori uguali, questi vengono sommati invece di prendere il dado con valore maggiore.

In caso di pareggio non succede nulla. Alcune creature, quelle che hanno il supporto in plastica nero, lanciano dei dadi neri invece dei dadi rossi. Anche gli eroi possono utilizzare uno di questi dadi, ma prima dovranno soddisfare una determinata condizione che non vi dico per non rovinarvi la sorpresa.

Utilizzabile un massimo di 2 volte prima che si esaurisca. Scudo: permette di evitare i danni che si subirebbero nel caso di esito negativo del combattimento. Utilizzabile un massimo di 2 volte prima che si sfasci. Falco: permettere di scambiarsi monete ed equipaggiamenti non ingombranti quindi non scudi, archi o altri falchi a distanza tra 2 giocatori.

Cannocchiale: permette di scoprire il contenuto dei gettoni nebbia nelle regioni adiacenti a quella in cui ci si trova. Sono poi presenti altri equipaggiamenti nel gioco, che possono essere trasportati tramite il falco, come erbe magiche, rune, gemme o missive.

Non possono essere, quindi, direttamente acquistati al mercato… purtroppo. Conclusioni Grafica e componentistica Gioco magnificamente illustrato e con grande ricchezza di particolari. Piccoli particolari che non sono utili al fine delle meccaniche ma apprezzabili dal punto di vista estetico. Ambientazione Perfetta e ottimamente integrata. Le FAQ pubblicate non ufficiali chiarificano alcuni di questi aspetti ma non tutti.

In alcuni casi potreste essere costretti a cercare le vostre risposte online sul forum della Tana dei Goblin o di Boardgamegeek. Nella recensione ho riportato le interpretazioni che sembrano andare per la maggiore. Ma sinceramente, per essere un gioco di ambientazione di taglio americano mi sarei aspettato di molto peggio. Interazione tra i giocatori Molto elevata!

I giocatori sono costretti a comunicare molto tra loro e coordinarsi. Gli attacchi verso i nemici sono nella maggior parte dei casi condotti in gruppo, di solito gruppi di due eroi.

Io no! Il distributore punta molto nel dire che comunque, tolta la prima leggenda, le altre contengono al loro interno dei fattori casuali che fanno in modo che una precisa leggenda non si presenti mai completamente uguale ogni volta che la si affronta.

Ma in 2 o in solitario a mio parere conviene sempre utilizzare tutti gli eroi dividendoveli tra voi. Nessun problema invece per giocatori occasionali e assidui che molto probabilmente lo troveranno interessante. Giudizio personale Bellissimo titolo, appassionante e adrenalinico.

La cosa rende il gioco molto appassionante. Le meccaniche di questo cooperativo puro ovvero che non presenta un traditore sono realizzate in modo ottimo e incentivano molto la comunicazione e la pianificazione quel che dovrebbe offrire un cooperativo insomma.

Tutto qua, per il resto lascio a voi il piacere della scoperta. Splendida ambientazione delineata man mano che si procede nella leggenda. Materiali ottimi e bellissima grafica. Possibili sviluppi futuri nella pubblicazione di nuove avventure online o nella realizzazione di espansioni.

ENGAGEZ VOUS STEPHANE HESSEL PDF

Le leggende di Andor, il puzzle game collaborativo fantasy

Sul regolamento vi sono riportati i dettagli dei differenti componenti e delle azioni base che si possono effettuare. Nella prima leggenda si effettueranno diversi combattimenti di prova per spiegarne la meccanica. Un german leggero Fondamentalmente il gioco si basa su un meccanismo a turni individuali e sequenziali a rotazione oraria dei giocatori. Assedio del castello I mostri man mano che arrivano al castello lo provano a conquistare.

FISIOTERAPIA ARTROSE JOELHO PDF

Le Leggende di Andor: nuove leggende dal sito originale

Queste leggende sono fortemente integrate nella meccanica di gioco e quindi prevedono cambiamenti o aggiunte alle regole. Quindi, ho cercato in questa recensione di tralasciare, o accennare solo lievemente, a quegli aspetti che, a mio parere, non influiscono sulla possibile scelta di approcciarsi al titolo oppure no. Ma come diceva il saggio, de gustibus non est disputandum. Si tratta di un gioco di esplorazioni a missioni, in cui avrete anche modo di implementare vostre avventure personalizzate di vostro pugno certo, se avete voglia di scriverle e anche di pubblicarle sul web.

Related Articles